Passignano sul Trasimeno

- (PG)

Importante centro turistico del Trasimeno, Passignano si dispone su uno scosceso promontorio digradante verso il lago, incorniciato da una vasta estensione di uliveti. Come altri centri della zona, anche Passignano fu un importante Castello conteso per la sua strategica posizione lungo l''importante via di comunicazione che da Perugia conduceva al Nord. La stessa etimologia del nome deriva dal latino "Passinianum" ovvero "luogo del passo".  L'attuale assetto urbano mostra le varie fasi costruttive, diluite nel tempo a partire dalla costruzione della Rocca di cui sono visibili tratti della cinta muraria con la trecentesca Torre di Ponente. Al nucleo antico si sono poi giustapposte le aggiunte posteriori, più spostate verso il lago. Entrando nel centro storico immediatamente si incontra la Chiesa di San Rocco, di forma rinascimentale e la Chiesa di San Bernardino che, con una soluzione piuttosto singolare, forma un edificio unico con il sovrastante Oratorio del SS. Sacramento. Di antichissima origine è la primitiva Pieve di San Cristoforo (X secolo d.C.), oggi chiesa cimiteriale, che custodisce lungo le pareti un insieme di raffigurazioni di Santi ed ex voto che rappresentano un'interessantissima testimonianza della società rurale del tempo. Poco fuori l'abitato merita una sosta il Santuario della Madonna dell'Oliveto (1582-1586), esempio della profonda devozione popolare della gente del luogo; nel nome infatti ricorda un episodio accaduto nel 1521, quando una nobildonna, per sfuggire ai massacri perpetrati durante la guerra tra Perugia ed Arezzo, fuggì in barca invocando la Vergine di salvarla dalle acque agitate, promettendo in cambio la costruzione di una chiesa nel luogo in cui sarebbe approdata. La donna mantenne la promessa e con l'aiuto dei pescatori edificò il Santuario.

www.passignanosultrasimeno.org


<<<<<< >>>>