Gualdo Cattaneo

- (PG)

Castello fortificato arroccato sulle propaggini dei Monti Martani, l'antico "Gualdum Captaneorum" fu fondato nel 975 dal conte Edoardo Cattaneo, che lo ricevette in feudo e vi costruì una Rocca. Grazie a questa sua posizione di altura e di avvistamento, fu nei secoli scorsi sempre conteso da Foligno e Spoleto, interessate ad un suo dominio per la sua strategica posizione. Nel cuore della piazza principale, stretta ancora fra la cinta di mura medievali e le torri difensive, campeggiano i resti della maestosa Rocca con la sua forma di triangolo equilatero con tre torri comunicanti; accessibili sono ancora le segrete vie sotterranee che collegavano la Rocca alla cinta muraria, permettendo una veloce via di fuga. Interessante è la Chiesa di Sant'Agostino, risalente al 1136, impreziosita da affreschi di scuola folignate e la Chiesa di Sant'Antonio e Antonino, con cripta romanica. Singolare nel territorio circostante è la presenza di una serie di castelli e fortilizi che, nel periodo medievale, costituivano un vero e proprio sistema difensivo ed oggi possono essere considerati un museo a cielo aperto: Castello di Barattano, Marcellano, Ceralto, Grutti.